QUANTO CORAGGIO PORTA LA MORTE…

➡️ Solo per i coraggiosi!!! ⬅️
Noi esseri umani abbiamo paura di pensare e di parlare della morte ma quando la vivi da vicino la vivi più serenamente perché non hai altre scelte.

Hai solo una possibilità TIRARE FUORI TUTTO IL CORAGGIO CHE HAI!

Alcune chiamate non vorresti riceverle mai
E quando le ricevi non c’è bisogno di tante parole
Basta che senti la voce che dal tuo telefono dice “Non ho buone notizie” e tu lo sai
Il tuo cuore lo sa

Nel petto il battito che aumenta
Il corpo si piega perché ti manca l’aria
Cerchi solo di respirare

Ti guardi intorno e vedi alberi, prati ma sei ancora vivo
Tu sì
La persona che ami invece no
E realizzi che
Mamma…
Lei…
Non c’è più

Arrivano tanti messaggi, chiamate
Gente che cerca di starti vicina
Di non farti affogare nelle lacrime e nel dolore
Gente che ha bisogno di coraggio
Io invece ce l’ho sempre con me
Mi sono abituata ad averlo

Ho pianto ma poi ho capito che chi mi ha dato vita
Lei
Adesso è felice
Finalmente libera dalle sofferenze

Piangevo solo perché egoisticamente volevo vederla qui con me
Ancora per un po’ di tempo
Ma poi pensavo di nuovo quanto è felice adesso e la mia anima ritrovava la pace

Mamma mi diceva sempre che sono io a darle il coraggio
E che ero il raggio di sole per lei
Io invece ero orgogliosa di essere sua figlia
Perché lei era una grande guerriera anche se non sapeva di esserlo

Quando sono arrivata all’ospedale
Ho chiesto di vederla
Ero l’unica con un immenso desiderio di salutarla
Non volevo tornare a casa con il rimorso di non averla vista ancora una volta

E allora ho chiesto
Ho preso coraggio e l’ho detto al signore con i guanti sulle mani al quale ho consegnato il suo ultimo vestito a fiori, allegro come voglio ricordare lei

Ho pensato adesso o mai più
E ho sentito le parole uscire dalle mie labbra tremolanti
Ho chiesto se potevo vederla un minuto

Lui ha detto di si
E in quel momento sono entrata in una realtà tra Gioia
Ansia
Felicità
Orgoglio…
Tante emozioni che vibravano e si mescolavano insieme

La stanza era piccola e sono dovuta uscire
Da fuori vedevo aprire una cella frigorifera
Sembrava un film
Ma non potevo cambiare il canale
Solo Dio sa quanto avrei voluto cambiare quel canale
Ma questa volta non era possibile farlo

Il signore mi ha chiamata dentro
Mio zio non voleva lasciarmi sola ed è entrato solo per tenermi d’occhio
Lui è un poliziotto quindi conosce bene queste situazioni
Ma io non avevo bisogno di nessuno
Stavo bene

Il mio cuore voleva vederla e sono entrata velocemente
Ho guardato la barella
Un corpo coperto con il lenzuolo
Mi sono avvicinata al signore
Lui mi guardava ansioso mentre tirava via il primo lenzuolo dal suo volto
Il mio cuore era indeciso se fermarsi o battere all’impazzata

Ho trattenuto il respiro mentre il viso di mia mamma veniva accarezzato dalla luce di quella giornata grigia e nuvolosa
L’ho guardata ma lì non c’era mia mamma
Era un corpo bianco dal freddo con un espressione mai vista in lei

La sensazione di non averla riconosciuta in quel volto era bellissima
Ho trovato la pace
Allegria
Felicità
Serenità
Perché sapevo che più tardi al funerale dentro quella bara non ci sarebbe stata mia mamma
Perché la sua anima si è spogliata
Da tutto
Dal suo corpo
Dalle sofferenze

Dal mondo che non l’ha capita
Sì è spogliata dalle aspettative
Dai giudizi
Dalle critiche
E ora è libera, felice e in pace
Come merita di essere
Per sempre!

🙏😇❤️

CREDICI! È TUTTO QUELLO CHE CI VUOLE

Mi sembra di camminare in mezzo agli zombie
Mi sembra che dormono quasi tutti

Chi in macchina, chi sul posto di lavoro, chi mentre gioca con i propri figli
Pensano sia giusto così
E mi dicono che non si può fare niente

Tutti sono così grigi, spenti, arresi
Mi viene da sgrullarli
Da urlargli in faccia
Di dirgli quanto potere abbia ognuno di loro

Ma loro mi continuerebbero a guardare
Con gli sguardi nel vuoto
Senza emozioni, senza colori

Mi direbbero che sono io quella strana
Io che cado ma mi rialzo
Piango e rinasco
Mi spezzo e mi ricompongo

Non per gli altri ma perché ci credo
Cazzo, se non ci credo!!!
Ho sempre creduto….
Nel amore, nella passione, nella vita
Anche mentre il mio viso da bambina veniva accarezzato da “sfortuna” io vedevo luce, speranza

Io credo in me, credo in ognuno di loro!
Ci credo con tutto il cuore

Perché siamo uguali
Siamo sognatori
Siamo fatti di carne ma siamo anime gemelle

Mi fido di ognuno di loro
Ci credo profondamente
So che ognuno di noi è il creatore della propria vita

Ogni giorno è un dono
Ogni attimo è prezioso
Come viverlo tocca a noi la scelta
E allora cosa aspetti?
Svegliati e corri verso i tuoi sogni

Nessuno lo può fare al posto tuo
Fallo per te
Deciditi e fallo questa volta davvero solo e soltanto per te

Accendi la luce nel buio del tuo cuore
E vedrai i colori della tua vita
Vedrai che ti fiderai anche tu
Ci crederai anche tu
E insieme andremo a colorare il mondo
Come quando eravamo bambini

Credici
Solo quello ci vuole
Per aprire la porta a una vita che meriti
Quella che meritiamo tutti!
Tutti insieme!

❤️❤️❤️

SII CURIOSO, SII CORAGGIOSO, SII LIBERO! ❤️

Ci hanno insegnato come dovremmo comportarci.
E che dobbiamo cercare di assomigliare sempre alla gente che ci circonda.

Ci hanno insegnato di subire, sopportare, adeguarci, annullarci.
Perdendo il colore, la passione, la vita, l’amore.
E che non dobbiamo mai desiderare niente per noi stessi.

Perché?
Perché se vuoi bene a te stesso allora sei egoista.
Devi solo pensare agli altri.

Poi che altro?
Devi fare quel lavoro solo perché non si trova altro.
Devi scegliere quel uomo o quella donna solo perché è un buon partito o perché ti devi accontentare.

Devi scegliere quella macchina perché non ti puoi permettere di meglio o ti permetti il meglio per far venire l’invidia a chi ti vede guidarla.

Non devi sognare.
Devi solo soffrire.
Sì perché soffrendo si guadagnano tanti soldi.
Io mi chiedo, allora perché i lavoratori meno pagati sono proprio quelli che si fanno un culo dalla mattina alla sera e non arrivano da stipendio a stipendio?
Per me sono solo schiavi.
Non si godono niente.
Il treno della loro vita scorre su un binario sul quale loro non saliranno mai.

Io non mi sono mai adattata a quel mondo di chi era programmato a programmare gli altri.
Per molto tempo ho cercato solo di nascondere quanto mi sentivo diversa perché pensavo fosse sbagliato.

Invece ora sono fiera di me.
Sono grata di essere diversa.
Sono felice di non essermi adeguata a un immagine che non sentivo mia.
Anche quando mi sentivo dire “Sii realista, scendi dalle nuvole”, io continuavo a volare.

La passione e la libertà erano le mie linee guida.
Tutto quello che ho sognato ho sempre realizzato.
A volte avevo tutti contro. Tutti!
Ma seguivo solo la strada della passione che sentivo accesa nel cuore.
Sempre!

Oggi mi è capitato di leggere un libro dove lo scrittore ha fatto stampare la pagina al contrario dicendo “C’è un modo diverso di vedere le cose”.
Ecco quello è il mio modo di vedere le cose.

Non si può vivere con la paura di cosa porterà il domani o con la paura di immigrati, uragani, incidenti e di cosa penseranno gli altri.
Quello che non conosciamo ci mette paura.

Aprendo la mente allarghiamo le zone di comfort.
È così che cambiamo il mondo.
Cambiando noi stessi.

Uscire dalla routine, fare una strada diversa, cambiare abitudine, conoscere persone e culture nuove, scoprire cose che non sognavamo di incontrare, imparare qualcosa di nuovo… Dovremmo farlo ogni giorno!

Perché quello che ci fa sentire vivi è conoscere, crescere, evolvere.
Vivere la vita come un avventura.

Non possiamo fermarci e vivere altri 20, 30 o 40 anni sempre la stessa giornata a ripetizione.

Sii curioso, sii coraggioso, sii libero!

VORREI VIVERE…

Vorrei vivere in un posto dove gli sguardi della gente si incontrano per strada

Vorrei vivere in un posto dove la gente sorride anche quando ha problemi

Vorrei vivere in un posto dove si balla in strada

Vorrei vivere in un posto dove si ascolta il proprio cuore

Vorrei vivere in un posto dove gli adulti imparano la felicità dai bambini

Vorrei vivere in un posto dove quando ti chiedono “Come stai?” vogliono saperlo davvero

Vorrei vivere in un posto dove il mare bacia il cielo

Vorrei vivere in un posto dove mi svegliano le onde

Vorrei vivere in un posto pieno di altissimi alberi

Vorrei vivere ascoltando il canto della natura

Vorrei vivere in un posto dove si bevono i cocktail guardando il tramonto

Vorrei vivere in un posto dove sembra di sognare anche quando si è svegli

Vorrei vivere in un posto tenendo la mano della persona che amo

Vorrei vivere il ritmo del mio cuore

Vorrei vivere davvero!

DONARE È AVERE

Oggi ho pensato a quello che molte persone chiamano amore.
Quelle cose come “tu sei mio… tu sei mia”…

Quello non è amore.
L’amore non ha le catene.
L’amore è libertà.

Possesso è solo un segno che non ci sentiamo completi come persona e per questo dobbiamo avere chi ci amerà.

In realtà l’unica cosa che abbiamo è l’amore che proviamo verso le persone a noi care. Nostro è quel amore. Possediamo quello che doniamo.
Sempre.

Sia in coppia che in amicizia che con un senzatetto… Sempre!
Donare è avere!

COSI POCO PER GODERE

Riflessioni…

Oggi ho capito di essere molto fiera di me stessa.
Ho capito quanto sono forte.
E fidatevi non è egoismo ma pura autoconsapevolezza.

Ho pensato a una persona che ha fatto un gesto non molto bello nei miei confronti e sono riuscita ad essere felice per la sensazione che ha provato quando l’ha fatto.

Giuro! Sono stata felice nel provare a stare nella sua pelle mentre il suo ego cantava vendetta.

Sono felice per lui se ha fatto quello che lo gratifica.
Purtroppo però credo che non riesca ad avere soddisfazione di lunga durata per questo gesto.

Compassione è qualcosa che molte persone non proveranno mai.
Io invece amo i cuori coraggiosi e curiosi di vivere la vita mostrando affetto e amore per chi gli stà vicino.
Amo chi sa mostrare la propria debolezza senza vergognarsi di nulla.

Amo la VITA e questo fratello mio mi fà sentire molto lontana da quelli che godono con così poco come te!

🙏💖

LA MIA FIABA AFRICANA

Sei entrato nella mia vita e da quella volta ogni giorno lasci un segno indelebile sul mio cuore.
Basta una parola e si crea un discorso, e da lì un altro legame tra il mio mondo e quello tuo.

Oggi per esempio mi hai parlato della felicità e anche di come affronti i problemi.

Mi dici sempre che la felicità può arrivare solo da dentro di noi.
Invece i problemi li metti in valigia ma adesso che ci penso non ti ho mai chiesto cosa fai con la valigia alla fine. 🤗

Adoro ascoltare la tua storia.
Voglio scoprire tutto quello che ti riguarda.
Voglio sapere come hai vissuto prima di incontrarti.
Voglio conoscere la tua cultura.
E poi amo guardarti mentre parli della tua terra con tanta emozione e sincerità. E anche orgoglio, molto orgoglio direi.

Guardo i tuoi occhi e poi le labbra mentre mi racconti con tanto amore la tua fiaba Africana.
Di nuovo guardo i tuoi occhi e ritorno a guardare le tue bellissime labbra. Sento la magia intorno a noi e ogni parola entra nella mia testa come una melodia d’amore.

Mentre descrivi quello che ami io cerco di respirare l’aria che ci unisce.
Si, a noi bianchi e a voi neri.
Perché respiriamo la stessa aria, e la stessa vita.
Ma a volte mi manca proprio quell’aria quando sei così vicino a me.

Ascolto il tuo racconto e sento il cuore che batte forte nel petto. Tutto il resto scompare… Case, persone, macchine, tutto!

Mi concentro di nuovo sul tuo sguardo e poi di nuovo sulle tue labbra mentre finisce il racconto e nasce un sorriso nel quale vedo specchiarsi tutte le stelle del nostro universo.

❤️

MI PIACI PERCHÉ…

Photo by Pixabay

(La lettera “Mi piaci perchè…” è dedicata a un uomo speciale ma prima di scriverla segue una piccola premessa nella speranza di farti venire la voglia di dedicarne una a chi vuoi bene tu.

Oggi ho visto un video nuovo di una donna fantastica che mi ha aiutato a scoprire e a conoscere me stessa.

Sono due anni che è entrata nella mia vita cambiandola completamente.
Lei è Ana Bucevic ed è un coach motivazionale.

Non mi piace questo termine perché non rispecchia tutto quello che è lei.
Io la descriverei come un angelo giusto per farti rendere l’idea.

Nel video di oggi ha descritto la situazione dove una ragazza aveva il classico problema di mancanza di autostima e di autoconsapevolezza .

In breve, non riusciva a vedere se stessa così com’è.

Ana le ha consigliato di far scrivere a sua sorella, mamma e papà le lettere con il titolo “Perché ti voglio bene…”.

Hanno aperto le lettere insieme piangendo per l’emozione e per delle bellissime parole con le quali l’hanno descritta i suoi più cari.

Ho pensato alla mia famiglia… Ho perso tante persone nella vita e a nessuno avevo detto TI VOGLIO BENE.
Non si usava a dirlo.
Sarebbe sembrato un segno di debolezza.

Poi prima di salutare, Ana ha consigliato a tutti i genitori di scrivere una lettera come questa. Molto probabilmente i loro figli la custodiranno per tutta la vita.

Anche quando i genitori non ci saranno più.

Così ho pensato di cominciare a dire alle persone che amo, perché le amo.
Alle persone che mi piacciono perché mi piacciono.

Questa è dedicata a un uomo che mi piace e che stimo tantissimo.)


MI PIACI PERCHÉ…

Mi piaci perché hai la luce negli occhi
Mi piaci perché sei diverso dagli altri
Mi piaci perché sei sicuro di te
Mi piaci perché non segui le mode del momento

Mi piaci perché hai le idee tue
Mi piaci perché sei dolce
Mi piaci perché sei deciso

Mi piaci perché ci tieni alle persone
Mi piaci perché mostri la compassione
Mi piaci perché sai quando ho bisogno di supporto
Mi piaci perché sai ascoltare
Mi piaci perché mi fai sentire bene
Mi piaci perché sai farmi ridere
Mi piaci perché quando sei arrabbiato e ti chiedo scusa tu sorridi

Mi piaci perché mi coccoli con il tuo sguardo
Mi piaci perché mi accarezzi sempre
Mi piaci perché mi fai sentire unica!

BACIAMI

Le mani si toccano
Le labbra si sfiorano
Ti fermi
Mi guardi
Mi perdo nel tuo sguardo
Il desiderio non si ferma
Anzi
Brucia
Tremo
Ti riavvicini
Sento il tuo respiro
Il tuo cuore appoggiato al mio
Batte forte
Mio invece stà impazzendo
Appoggi le tue labbra sulle mie
E tutto intorno a noi diventa niente
E il niente si riempie di tutto!

SOGNANDO I TUOI BACI

Ti penso
Ti sogno
E ti desidero
Immagino le tue labbra sulle mie
Mentre assaggio il loro sapore

Sanno di buono
Sanno di dolce primavera
Ma bruciano come l’estate

Sento il tuo profumo
E mi giro a guardare dove sei
A volte ti trovo lí davanti a me
E faccio finta di niente ma
Non riesco neanche a respirare
Per quanto forte batte il mio cuore

Si ferma il tempo
Mi perdo nel tuo sguardo
E la mia anima sussurra: “Mi piaci!
Mi piaci più di quanto puoi immaginare!”

E poi di nuovo desidero quelle labbra
E mi chiedo se sanno di fragola
O è tutto solo un sogno dove percorro
La strada fatta di magia e di tuoi sguardi