COSPIRAZIONE vs CREAZIONE

In che direzione guardare? Cosa pensare?
Ci sono centinaia di notizie e altre centinaia che smentiscono tutto.
Ci sono schieramenti pro e contro ogni notizia, ricerca o pensiero.
Tutti hanno ragione e tutti hanno torto.

Mi giro da una parte e vedo complotti, paure, virus, morte, bare, vaccini, Bill Gates.
Guerra, asteroidi in arrivo, militari americani, posti di blocco (anche da una decina di volanti), 5G, ancora virus, numeri che informano quanti sono conteggiati, morti, guariti.
Aumentano loro, aumentano i debiti.
Vulcani in eruzione, terremoti, persone che si incolpano a vicenda, Conte che parla in diretta su facebook e promette aiuti per tutti.

Popolo affamato senza fiducia in un futuro, non sa come arrivare a domani.
Aziende chiuse, fallite prima della seconda modifica dell’autocertificazione.
Virus l’ho già nominato? Vabbè adesso ha il nome che sembra una stella, Covid 19.

Persone impaurite da un semplice controllo al posto di blocco.
Anche quando devono andare a fare la spesa.
Preferiscono morire di fame che uscire in strada.
Non vivono più, perché hanno paura.
E la paura ti toglie l’ossigeno, ti stringe la gola, blocca il cervello.
Ti prosciuga da dentro, fino all’anima.

Gente che crede di poter gridare dai balconi come delle scimmie in gabbia.
Sono incazzati con sé stessi e con il mondo. Si scaricano con il primo che passa.

Persone che non usano più le facoltà intellettuali.
Anche se per alcuni sinceramente dubito che l’abbiano mai usate.
Li guardo e mi sembra di ascoltare un telegiornale.
Ripetono sempre le stesse cose, da giorni, settimane, mesi.
Insomma, da questa parte niente di positivo.

Cambio il canale!
Guardo da l’altra parte e vedo l’immensità del cielo sopra la mia testa, il calore del Sole, il prato, i fiori, le farfalle, il profumo di primavera, uccellini che cantano, alberi vestiti con la nuova collezione di foglie che ballano al vento.

Finalmente abbiamo il tempo libero per leggere, scrivere, sognare, cucinare, ballare.
Insomma, tempo libero che abbiamo sempre desiderato.

Vedo il coraggio, la libertà.
Vedo le persone di cuore aiutare chi è in difficoltà.
Vedo la fiducia di superare questo momento e ripartire più forti di prima.
Vedo persone che si pongono delle domande.
Vedo gente serena, sorridente, pronta a rimettersi in gioco.
Anche se dovrà ripartire da zero.

Si dice “Finché c’è vita c’è speranza!” ma la speranza non ci farà mai raggiungere la nostra meta.
E allora tutti insieme scegliamo la vita che desideriamo.
Svegliamoci ogni giorno nella gratitudine.
Viviamo credendo in un mondo migliore.
Prendiamoci la responsabilità di crearlo.
Facciamo il primo passo in quella direzione. Quello più difficile.
E mettiamo in circolo l’amore dal profondo del nostro cuore.
Doniamolo insieme alla compassione a ogni essere vivente su questo pianeta.
Facciamo che diventi la nostra magia.

Se in questo momento ti sembra di non poter fare niente, preparati!
Adesso stai caricando le tue batterie.
E quando finirà questa quarantena, avrai tutto il necessario per vivere la vita che hai sempre sognato.
Katica Sjaus

❤️❤️❤️
Cari lettori,
grazie a questo blog è nato un libro/e-book.

È una raccolta di RIFLESSIONI – Parole, pensieri e sogni di una donna.

È in vendita su Amazon e qui sotto c’è il link. Grazie di ❤️ per il vostro sostegno.

Con amore

Katica Sjaus

https://amzn.to/35v9R6F

FELICE NELLA MIA ZONA DI COMFORT

Nel nuovo video parlo della felicità di restare nella mia zona di comfort.

Restare ma crescere, cambiare e migliore lo stesso.

Mi sentivo sempre a disagio quando sentivo parlare della zona di comfort.
Mi chiedevo:
“Perché devo uscire dalla zona nella quale stò bene?”

Poi ho capito di avere un’altra scelta.
Io potevo agire allargandola a mio piacimento.

Questa consapevolezza mi ha portato il cambiamento con il quale vinco io e non la paura.

♥️

I SOGNI SI REALIZZANO

Sono al bar.
Sul mio tavolo c’è un libro, un quaderno, la matita fucsia, due cellulari che uso per scrivere.
Una tazzina di caffè appena bevuto, un bicchiere di acqua e un piattino che lascia tracce della mia passione per i dolcetti.

Prendo il libro e comincio a leggere. Prendo appunti.
Entro in trance della passione.
Io amo perdermi in mezzo alla gente.
Sono qui ma loro non vedono quel mio arcobaleno pieno di sogni da realizzare e di speranze che voglio donare al mondo.

Ci sono tanti ragazzi e anche persone più grandi di me.
È un bar che unisce tutti.
Bevono caffè, aperitivo, fumano la sigaretta per rilassarsi.

Parlano, scambiano esperienze, raccontano le loro vacanze appena lasciate sulla sabbia in riva al mare.

Adesso ripartono con le loro abitudini. Tornano a scuola e a lavoro.
Tornano a sognare ma più che sognare direi sperare di riuscire a cambiare qualcosa.

La solita vita alla quale si cerca di sfuggire ogni settembre nonostante tutti i progetti, è qui.

Già è qui!

Tutto è come era.
Tutto uguale.
L’anno scorso erano seduti qui a bere il caffè dopo la solita vacanza.

Probabilmente è cambiata soltanto la spiaggia.
Tutto il resto è uguale.
Continuano a parlare, a sognare ma non cambiano nulla.

Per me questo è un anno diverso, la spiaggia era diversa, il libro è diverso, il bar è diverso.
L’anno prossimo cambierà di nuovo tutto.
Per me.

La mia zona di comfort si è amplificata.
Ho conquistato nuovi territori.
Ho realizzato nuovi sogni.
E ancora sogno di vedere il mondo intorno a me progredire.
Cercando di imparare, crescere e con coraggio cambiare qualcosa.
Ogni giorno.
Sempre in meglio.

Continuo a sognare. Intanto dò il mio contributo.

Voglio fargli vedere che si può fare.

Il cambiamento non arriverà da solo. Ma sono sicura che arriverà.

❤️🙏