COME COSTRUIRE UNA RELAZIONE SANA? Anche quando tutti gli uomini sembrano uguali!

Noi donne siamo cresciute con le favole nelle quali ci hanno raccontato che un giorno da grandi conosceremo il famoso principe azzurro.
Praticamente dicevano che non avremo una vita prima di incontrarlo perché vivremo o addormentate o avvelenate da quella cavolo di mela che abbiamo morso.

Quindi cresciamo convinte di non dover fare niente e soprattutto di non dover dare niente.
Tocca a lui: venire da noi, darci il famoso bacio della vita, occuparsi di noi e renderci felici per sempre.

Una di queste donne che attende il principe azzurro come se lui fosse un premio mi ha detto autoconvincendosi:
“So che avrò quel uomo!”

Avere non ha niente a che fare con l’amore e con le relazioni amorose.
Invece viviamo in un mondo dove noi donne (ma anche gli uomini) aspettiamo di ricevere il messaggio, la telefonata, le attenzioni, conferme, gioielli, amore…
Nel caso contrario non siamo disposte a fare il primo passo.

E anche le nostre amiche ci confermano:
“Lascialo stare!”
“È uno stronzo!”
“Lui non ti merita!”
“Non ci tiene altrimenti ti cercherebbe lui!”
E così facciamo andare via questo treno e aspettiamo il prossimo.

Continuiamo, però a ripercorre gli stessi binari.
Cerchiamo sempre lo stesso principe azzurro che dovrebbe dimostrare quanto ci tiene.
Abbiamo solo aspettative.
Ricordiamoci però che le aspettative ci rendono vulnerabili perché ci lasciano in balìa degli eventi esterni che non dipendono direttamente da noi.

Quando arriva un uomo, siccome anche lui è uguale a quello precedente, le amiche continueranno con le loro conclusioni:
“Lascialo stare!”
“È uno stronzo!”
“Lui non ti merita!”
E così ripetiamo tutto all’infinito fino a quando…

Fino a quando risveglieremo la consapevolezza di essere complete anche se da sole.
Non ci manca l’altra metà della mela.
Siamo noi la mela.
Abbiamo già tutto quello che ci serve.

Una donna che conosce, ama e stima se stessa, insegue e realizza i propri sogni è una donna che non cercherà un principe azzurro per sentirsi amata e realizzata.

E qui arriva la cosa più importante…
Una donna consapevole di se stessa non desidera “avere” un uomo perché lui non è un oggetto o una coppa da mettere sullo scaffale.
Una donna che conosce la propria magia si chiede cosa può donare a quel uomo.
Perché solo i doni da ambedue parti tesseranno i fili della relazione sana dove ognuno rispetterà prima di tutto se stesso e di conseguenza anche l’altro.

La nostra energia femminile è qualcosa di delicato ma molto potente.
Mi ricorda l’acqua che delicatamente modella la roccia e con il tempo cambia il suo aspetto.
Noi non siamo qui per servire l’uomo o aspettare la stessa cosa da lui, ne per possederci a vicenda.

Siamo qui perchè siamo lo specchio dove l’altro si potrà osservare ed evolvere.
Ma solo se sceglie consapevolmente di farlo.
Siamo qui per donarci l’energia supportandoci a sviluppare il nostro potenziale, il potenziale della nostra anima.

È facile guardarsi allo specchio e dire:
“No, non mi piace quello che vedo in questo specchio! Domani compro un altro!”
Ma se non cerchiamo di capire perché non ci piace vedremo quel riflesso in tutti gli specchi nei quali cercheremo il nostro riflesso.
Prima decidi di scoprire perché non ti piace quel riflesso, prima comincerai a vivere la relazione che supererà le tue aspettative sia con te stessa che con il tuo lui.

E per chiudere voglio condividere una frase bellissima che spesso vedo su internet:
“Non sono qui per insegnarti.
Sono qui per amarti e l’amore ti insegnerà!”

Per informazioni e consulenze lascia un messaggio qui oppure su Instagram: https://instagram.com/conoscersicapirsiamarsi?igshid=l922vy92eje2

Un abbraccio

Katica ❤️🙏

PREFERISCI EVOLVERE O RIPETERE?

BASTA LAMENTELE E ASPETTATIVE

Amo la mia vita proprio perché la vedo come una scala da salire.
Però la scala a volte ha scalini piu alti, a volte più bassi e a volte sono consumati da chi è passato prima.

Quando cado non mi chiedo più “Perché proprio a me?”
Cadere significa scoprire qualcosa di nuovo è potrebbe semplicemente essere un occasione per girarmi e ammirare tutta la strada che ho percorso.

CADERE indica che devo imparare come salire il prossimo scalino.

EVOLVERE significa cercare nuovi modi per fare il prossimo passo. Cerco esempi di persone che abbiano già percorso quella strada. Chi potrebbe aiutarmi meglio di loro?

Se non evolvi, continuerai a ripetere lo stesso errore. E passerai la vita con il culo per terra!

Un abbraccio ❤️

Katica Sjaus

CORONAVIRUS E COME CREIAMO LA NOSTRA REALTÀ

NUOVO VIDEO 🎥📽️

Cari amici di questo blog,

oggi ho pubblicato un video nel quale ho lasciato la mia testimonianza come “creare” la realtà nella quale ho scelto di vivere.

Mi sono ispirata a questo periodo ma è la stessa formula che usavo prima e userò anche dopo la quarantena.

Buona visione 😍

Con amore
Katica Sjaus

👇👇👇👇

OSTACOLI TI PIEGANO PER MOSTRARTI LA TUA FORZA

A volte ti senti forte e pensi che niente al mondo possa piegarti
Poi all’improvviso arriva un ostacolo
Messo lì proprio da chi vuoi più bene al mondo
E ti ritrovi in ginocchio
Piegato
A chiedere all’universo
Di far scorrere velocemente il tempo

Vuoi allontanarti da lì
Prima possibile
Vuoi dimenticare
Vuoi risolvere
Non riesci a sopportare un solo minuto che vi divide

Ti senti sbiadito
Senza colore
Poi alzi la testa verso il cielo
E chiedi aiuto

Cerchi di prendere più aria che puoi
E senti i tuoi polmoni riempirsi di speranza
Cominci a sentire forza scorrere di nuovo nelle tue vene

Respiri
Aspirando la vita dentro di te
E capisci che ogni ostacolo
Serve per farti
Fermare
Riflettere
Rilasciare
Imparare
E ringraziare

Grazie a chi anche oggi mi ha insegnato una lezione
Grazie che mi hai fatto specchiare
Ritrovandomi più forte di quanto credevo di essere!

❤️❤️❤️

FRASI MIGLIORI DI DR. JOE DISPENZA

“Il corpo non conosce la differenza tra un’esperienza e un pensiero, puoi letteralmente cambiare la tua biologia, i neuro-circuiti, la chimica, gli ormoni e i geni, semplicemente avendo un evento interiore “.
– Dr. Joe Dispenza

❤️❤️❤️

In questa frase Dr. Joe Dispenza descrive la formula di tutto quello che ci “succede” nella vita.
Parole e pensieri attraverso emozioni e visualizzazione creano (nel bene e nel male) tutto quello che chiamiamo vita.

Sono sicura che andando avanti sempre più persone riusciranno a capire il concetto.
Non capirlo adesso non significa che il dottore è un illuso o che tu sei ignorante.
Semplicemente tutto torna quando comincerai a pensare che la vita non può essere solo casa, lavoro o rincorrere cose da acquistare.

Cercherai altro.
E chi cerca trova.
Ogni nuova informazione ti cambia.
Cambia i tuoi punti di vista.
Studiare, testare, imparare… portano al cambiamento.
Conosci te stesso.
Cresce la consapevolezza.
E più sei consapevole di tutto quello che sei e che puoi, sei sempre meno ricattabile dal sistema e dalla società.
Allora sì che potrai chiamarla VITA!

COME HO TROVATO L’AUTOSTIMA

Ricordo che durante la mia infanzia e adolescenza cercavo sempre i libri e articoli a tema autostima.
Cercavo di capire come aumentarla.

Le soluzioni che trovavo non mi piacevano.
Volevo scoprire prima chi sono io ed il mio valore prima di aprirmi al mondo.

Ho trovato un modo dopo tanti anni e da li ho cominciato a ricostruire tutto quello che penso di me stessa.

Mattoncino dopo mattoncino ed ecco che stà crescendo una nuova ME!

Lo spiego meglio nel nuovo video qui sotto.

Grazie di ♥️♥️♥️

SONO UNA PECORA NERA E ME NE VANTO

Photo: Pixabay

Sono nata sotto il segno di sagittario e già questo ti fà capire quanto (NON) sono “normale”. 🤣

La cosa alla quale tiene di più un sagittario è la libertà.

Sempre e in qualsiasi occasione devo sentirmi libera.

Scappo appena qualcuno cerca di mettermi una catena.

Ho sempre pensato che c’era qualcosa che non andasse bene nel mio modo di fare le cose.
Ogni volta facevo tutto in modo completamente diverso dagli altri.

Ovviamente ero la minoranza o addirittura a volte l’unica a comportarmi in un certo modo.

Così ho vissuto per tantissimi anni. Troppi a dire la verità.

Anche adesso a 38 anni, mi sento molto diversa dalle persone che mi circondano. Ma sono veramente felice di esserlo perché finalmente mi accetto così come sono.
Mi sento un po’ bambina con tantissima magia intorno a me.

Perché?

Perché questo significa vivere la vita come desidero io, e non quella che decidono gli altri.

Significa andare a lavoro e non essere schiava di una vita da dipendente e fino alla pensione.

Significa guardare i colleghi di lavoro e provare compassione per quelle espressioni di desiderio di vita completamente prosciugato che da anni portano sul loro viso.

Significa avere occhi e soprattutto cuore curioso, aperto alla vita e a tutto ciò che mi circonda.

Significa vedere i raggi di sole riflessi nelle gocce di pioggia mentre cadono sul parabrezza e osservare la magia anche se si è bloccati nel traffico pomeridiano di Roma.

Significa sorridere mentre si cammina per strada. Anche a costo di sembrare pazzi a qualcuno. (Quel qualcuno si è solo incastrato molto bene in quello che gli altri volevano da lui. Io invece gli regalo il mio sorriso e tanta compassione.)

Significa guardare il mondo con gli occhi di un bambino. Guardare come se fosse tutto nuovo, interessante e ancora da scoprire.

Significa svegliarsi la mattina e andare a dormire con la gratitudine nel cuore. Essere grati per ogni respiro che hai fatto o farai oggi è un ottimo inizio.

Significa non giudicare le persone ma cercare di capirle. Anche quando ti feriscono. Loro lo fanno perché nella loro realtà era la scelta migliore che sapevano fare.

Significa che tua sorella ti dirà che hai la testa tra le nuvole e che devi essere realistà. E ti farà ridere l’immagine di te con un collo lungo come quello di uno struzzo ma con la testa in mezzo alle nuvole. E capirai che esistono tante realtà dove a volte la gente è pronta anche a morire per diffendere la propria.
Ma tu saprai che ognuno di loro ha ragione.
Quante persone ci sono tante realtà potrebbero essere diverse tra loro. E ripeto ognuno ha ragione di vivere nella propria.

Significa che sei pronto a ricevere un miracolo della vita in ogni momento. E non ti farai scappare neanche uno.

Potrei continuare ancora ma lascio a te la possibilità di aggiungere altri esempi tra i commenti…

Grazie di ❤️

MI PIACI PERCHÉ…

Photo by Pixabay

(La lettera “Mi piaci perchè…” è dedicata a un uomo speciale ma prima di scriverla segue una piccola premessa nella speranza di farti venire la voglia di dedicarne una a chi vuoi bene tu.

Oggi ho visto un video nuovo di una donna fantastica che mi ha aiutato a scoprire e a conoscere me stessa.

Sono due anni che è entrata nella mia vita cambiandola completamente.
Lei è Ana Bucevic ed è un coach motivazionale.

Non mi piace questo termine perché non rispecchia tutto quello che è lei.
Io la descriverei come un angelo giusto per farti rendere l’idea.

Nel video di oggi ha descritto la situazione dove una ragazza aveva il classico problema di mancanza di autostima e di autoconsapevolezza .

In breve, non riusciva a vedere se stessa così com’è.

Ana le ha consigliato di far scrivere a sua sorella, mamma e papà le lettere con il titolo “Perché ti voglio bene…”.

Hanno aperto le lettere insieme piangendo per l’emozione e per delle bellissime parole con le quali l’hanno descritta i suoi più cari.

Ho pensato alla mia famiglia… Ho perso tante persone nella vita e a nessuno avevo detto TI VOGLIO BENE.
Non si usava a dirlo.
Sarebbe sembrato un segno di debolezza.

Poi prima di salutare, Ana ha consigliato a tutti i genitori di scrivere una lettera come questa. Molto probabilmente i loro figli la custodiranno per tutta la vita.

Anche quando i genitori non ci saranno più.

Così ho pensato di cominciare a dire alle persone che amo, perché le amo.
Alle persone che mi piacciono perché mi piacciono.

Questa è dedicata a un uomo che mi piace e che stimo tantissimo.)


MI PIACI PERCHÉ…

Mi piaci perché hai la luce negli occhi
Mi piaci perché sei diverso dagli altri
Mi piaci perché sei sicuro di te
Mi piaci perché non segui le mode del momento

Mi piaci perché hai le idee tue
Mi piaci perché sei dolce
Mi piaci perché sei deciso

Mi piaci perché ci tieni alle persone
Mi piaci perché mostri la compassione
Mi piaci perché sai quando ho bisogno di supporto
Mi piaci perché sai ascoltare
Mi piaci perché mi fai sentire bene
Mi piaci perché sai farmi ridere
Mi piaci perché quando sei arrabbiato e ti chiedo scusa tu sorridi

Mi piaci perché mi coccoli con il tuo sguardo
Mi piaci perché mi accarezzi sempre
Mi piaci perché mi fai sentire unica!